La Spirulina

L’Alga Spirulina

Le Spiruline consumate da secoli da alcune popolazioni sudamericane, sono da un pò di anni, oggetto di una riscoperta. Crescono naturalmente nelle acque alcaline di certi laghi in zone calde. Hanno generalmente l’aspetto di minuscoli filamenti verdi spiroidali di 0,1 mm di altezza. 

Cio’ che ha attirato l’attenzione dei ricercatori e degli industrali è stato in primo luogo l’altisssimo tenore in proteine e la grande rapidità di crescita in luoghi totalmente minerali.

A seguito di analisi piu’ approfondite si sono delineati numerosi punti particolarmente interessanti sul piano nutrizionale: composizione proteica equilibrata, presenza di lipidi essenziali rari in molti minerali e di vitamina B12.

Mentre dimunuisce l’interesse suscitato da altri micro-organismi di fronte a problemi di digeribilità o da eccesso di acidi nucleici, la spirulina sembra attualmente una delle migliori soluzioni per la produzione di un complemento alimentare di alta qualità. Va inoltre menzionato il fatto che le condizioni di salinità estreme nelle quali si sviluppa la spirulina garantiscono una cultura igenicamente corretta , poichè pochi altri micro-organismi sono capaci di sopravvivere in tali condizioni. 

Interessante è stato lo studio sulla crescita di topi nutriti con delle spiruline come sola fonte di proteine é superiore o uguale a quella dei topi testimoni. In piu , dopo l’ aggiunta di aminoacidi essenziali , i topi alimentati con delle spiruline hanno fissato , con la stessa quantità d’ energia metabolizzante , delle quantità di proteine uguali o piu importanti che i topi testimone. Questi risultati indicano un buon uso degli aminoacidi delle spiruline nel metabolismo, effetto confermato dal tasso di aminoacidi liberi trovati nel sangue e nei muscoli degli animali esaminati.(70)

Sull’ uomo i rari studi effettuati , tendono a dimostrare lo stesso risultato avuto sugli animali , anche se la digeribilità sembra leggermente piu debole. 

Il betacarotene rappresenta l’80% dei carotenoidi presenti nella spirulina, il resto é composti principalmente da fisoxantina e da criptoxantina.(51)
Si trovano da 700 a 1700 mg di betacarotene e circa 100 mg di criptoxantina in ogni chilo di spirulina secca; questi carotenoidi sono trasformati dai mammiferi in vitamina A. Siccome i l fabbisogno giornaliero di Vitamina A é stimato nell’adulto a meno di un milligrammo, uno o due grammi di spirulina bastano a coprirlo (24). D’altra parte l’assenza di retinolo (vitamina A libera) esclude rischi di surdosaggio; il betacarotene non é infatti (al contrario della vitamina A) tossico in caso di surdosaggio.(10) La spirulina essiccata con tamburi riscaldati perde circa un terzo del betacarotene.

La biodisponibilita dei carotenoidi della spirulina é stata dimostrata nello stesso modo nei ratti e nei polli (37-46-58). Studi clinici hanno ugualmente dimostrato l’eccellente utilizzazione dei carotenoidi della spirulina nell’uomo (1). In piu, uno studio che porta su 5000 bambini indiani in età prescolare ha mostrato la sorprendente efficacia di una dose quotidiana di un grammo di spirulina sulla deficienza cronica di vitamina A. Dopo 5 mesi, la proporzione di bambini con tale mancanza di vitamina A e con i sintomi della ” macchia di Bitot ” sulla congiuntiva dell’occhio , è passata dall’80% al 10% (65). Questo studio dimostra chiaramente che delle piccole dosi di SPIRULINA sono sufficienti a ridurre in modo considerevole i rischi di cecità ed i problemi neurologici consecutivi alla carenza di vit. A nel bambino.

Prendendo spunto dal fatto che un sempre piu crescente numero di indicazioni farebbe pensare ad effetti anti-cancerogeni dei carotenoidi, in questa ottica sono stati esaminati diversi campioni di spirulina. Un effetto preventivo ed anche curativo importante si è potuto constatare nel caso di tumori provocati sperimentalmente sugli hamsters. Si tratta di tumori epiteliali della guancia , provocati con il dimethyl-benzantracene(DMBA) (62-63). Una serie di pubblicazioni pone l’accento sulla problematica dell’AIDS che tende a dimostrare che il contagio dell’AIDS (64) da una madre infetta al figlio dipende in gran parte dalla carenza di vitamina A nella madre. Cosi, piu’ una donna incinta sieropositiva è carente di vitamina A, piu è probabile che il figlio diventi portatore del virus.

Provitamina A (betacarotène)

Il betacarotene rappresenta l’80% dei carotenoidi presenti nella spirulina, il resto é composti principalmente da fisoxantina e da criptoxantina.(51)
Si trovano da 700 a 1700 mg di betacarotene e circa 100 mg di criptoxantina in ogni chilo di spirulina secca; questi carotenoidi sono trasformati dai mammiferi in vitamina A. Siccome i l fabbisogno giornaliero di Vitamina A é stimato nell’adulto a meno di un milligrammo, uno o due grammi di spirulina bastano a coprirlo (24). D’altra parte l’assenza di retinolo (vitamina A libera) esclude rischi di surdosaggio; il betacarotene non é infatti (al contrario della vitamina A) tossico in caso di surdosaggio.(10) La spirulina essiccata con tamburi riscaldati perde circa un terzo del betacarotene.

La biodisponibilita dei carotenoidi della spirulina é stata dimostrata nello stesso modo nei ratti e nei polli (37-46-58). Studi clinici hanno ugualmente dimostrato l’eccellente utilizzazione dei carotenoidi della spirulina nell’uomo (1). In piu, uno studio che porta su 5000 bambini indiani in età prescolare ha mostrato la sorprendente efficacia di una dose quotidiana di un grammo di spirulina sulla deficienza cronica di vitamina A. Dopo 5 mesi, la proporzione di bambini con tale mancanza di vitamina A e con i sintomi della ” macchia di Bitot ” sulla congiuntiva dell’occhio , è passata dall’80% al 10% (65). Questo studio dimostra chiaramente che delle piccole dosi di SPIRULINA sono sufficienti a ridurre in modo considerevole i rischi di cecità ed i problemi neurologici consecutivi alla carenza di vit. A nel bambino.

Prendendo spunto dal fatto che un sempre piu crescente numero di indicazioni farebbe pensare ad effetti anti-cancerogeni dei carotenoidi, in questa ottica sono stati esaminati diversi campioni di spirulina. Un effetto preventivo ed anche curativo importante si è potuto constatare nel caso di tumori provocati sperimentalmente sugli hamsters. Si tratta di tumori epiteliali della guancia , provocati con il dimethyl-benzantracene(DMBA) (62-63). Una serie di pubblicazioni pone l’accento sulla problematica dell’AIDS che tende a dimostrare che il contagio dell’AIDS (64) da una madre infetta al figlio dipende in gran parte dalla carenza di vitamina A nella madre. Cosi, piu’ una donna incinta sieropositiva è carente di vitamina A, piu è probabile che il figlio diventi portatore del virus. 

Vitamina E (tocoperolo)

In 1 kg di SPIRULINA essiccata(13-23-50-) si trovano da 50 a 190 mg di vitaminaE , valore simile a quello dei germi di grano. Il bisogno giornaliero di vitamina E sarebbe di 15 U. I, corrispondente a 12 mg di tocoperoli liberi. Le proprietà anti -ossidanti del tocoperolo negli acdi grassi insaturi potrebbe spiegare la buona conservazione di questi ultimi nella SPIRULINA essiccata .

5.3. Vitamini idrosolubili

Sebbene meno ricca di vitamine del gruppo B ( B12 esclusa) del lievito di birra , la SPIRULINA costituisce pertanto una buona fonte di vitamine del gruppo B.

Vitamina B12

Da sottolineare il fatto che la SPIRULINA contiene un tasso eccezionale di vitamina B12 (cobalamine) , che è di gran lunga la piu difficile a trovare in una dieta vegetariana , perché nessun ortaggio di uso corrente ne contiene. La SPIRULINA è in effetti 4 volte piu ricca di vitamina B12 del fegato crudo , per molto tempo considerato come la fonte migliore. Esiste una controversia sulla biodisponibilità reale del complesso B12 della SPIRULINA (41). Alcuni test radiochimici negherebbero la presenza di vitamina B12 attiva nella spirulina. Questi risultati variano in base al tipo di spirulina analizzato e questo stesso metodo di analisi rileverebbe alti tassi di vitamina B12 attiva in alcuni campioni (30). La carenza di vitamina B12 (anemia perniciosa) deriva o da una macanza di apporto (questo puo’ accadere nel caso di regime vegetariano stretto) o da una difficoltà di assorbimento. Sembra anche che certi stati patologici inducano una sistematica mancanza di vitamina B12 come nel caso di infezioni da virus VIH preliminari dell’AIDS .

I minerali piu’ interessanti contenuti nella spirulina sono il ferro, il magnesio, il calcio, il fosforo ed il potassio.
L’alta percentuale di ferro deve essere tenuta in particolare considerazione perché le carenze di ferro (anemie) sono frequenti, soprattutto fra i bambini e le donne incinte, e perché le fonti alimentari di ferro sono rare.
Facendo un paragone con i cereali completi , tra le migliori fonti di ferro, essi non ne contengono che da 150 a 250mg/kg ; in piu’ i supplementi di ferro somministrati sotto forma di solfato ferroso possono creare un problema di tossicità e sono spesso responsabili di diarrea . Da parte loro i cereali sono ricchi di acidi fitici e di polimeri fosfati che limitano fortemente la biodisponibilità del loro ferro.
Nel caso della spirulina , la biodisponibilita del ferro è stata dimostrata sia nel topo che nell’uomo. Calcio, fosforo e magnesio sono presenti nella spirulina in quantità paragonabili a quelle presenti nel latte.

Le quantità relative a questi elementi sono equilibrate , cio esclude il rischio di decalcificazione per eccesso di fosforo. Notiamo che molte regioni con un territorio povero di magnesio , provocano nei popoli che le abitano , delle malattie da carenza, come traumi cardio vascolari e nervosi.
Un alto tasso di potassio è anche da sottolineare nell’ambito dei paesi industrializzati , molti dietologi infatti si schierano contro il troppo debole rapporto potassio / sodio nella maggior parte degli alimenti disponibili.Purtroppo esistono poche conoscenze sul tasso di un oligo-alimento importante come lo iodio nella spirulina. Ci sono comunque dei dati che indicano la possibilità di ottenere attraverso una selezione / adattamento dei tipi di spirulina capaci di fissare lo iodio. 

VALORE TERAPEUTICO DELLLA SPIRULINA

sembra utile parlare di alcuni lavori che legano la spirulina alla cura di diverse malattie :

Anemie ferriprive
Anemie perniciose
Avitaminosi-A
Inibizione della trasmissine del virus dell’VIH fra la madre ed il figlio
Inibizione dell’infezione delle cellule T4 dal VIH
Malttie proteino-energetiche
Prevenzine del cancro per apporto di carotenoidi
Radioprotezione
Rinforzo delle difese immunitarie

Troveremo una rivista critica verso i vari studi improntati sulla validità terapeutica della spirulina ; tra questi studi ce ne sono alcuni che legano il consumo di spirulina ad un effetto positivo sul tasso di colesterolo sanguigno nell ‘ uomo . E stato rilevato un effetto protettivo sui reni che sembrerebbe legato alla ficocianina (pigmento blu) presente nella spirulina. Questo studio è stato realizzato su dei topi curati per 2 nefrotossiche note : il P- Aminofenolo ed un anti- tumorale : il cis platino.

Infine si puo citare la possibile reazione tra il tasso di carotenoidi contenuto nella spirulina e molte testimonianze ( non verificate clinicamente ) , che testimoniano la sua efficacia nella cura di certe malattie della pelle come la psoriasis , l’acne e l’ erpes. Per cio che riguarda l’ applicazione terapeutica della spirulina , di recente si è identificata una sostanza fortemente anti- batterica. In occasione di un simposio che ha avuto luogo nel1996 in Africa del Sud , i risultati di una ricerca sull’ attivita anti virale di un estratto acquoso della spirulina platensis , sono stati presentati da un’equipe della Harvard Medical School .

Questi risultati indicano in vitro, un’eccellente qualità inibitoria del virus HIV , sia nelle cellule T umane che nei monociti umani. Una tale quantità di applicazioni terapeutiche ( reali o presunte) da spazio all’immagine di ”  pozione magica ”  della spirulina . Resta comunque da dire che un semplice complemento alimentare naturale, quando presenta tali ricchezze di contenuto, potrebbe migliorare molte situazioni patologiche, principalmente in una popolazione mondiale che tende a dividersi in popolazioni sotto alimentate tipiche dei paesi in via di sviluppo e mal alimentate proprie dei paesi industrializzati.

Per inviarmi un messaggio clicca qui
Inserisci il tuo commento qua in basso. Sarà un piacere leggerlo e risponderti. (Come inserisco un commento?)